Elo1218 di Elo1218
Ominide 3675 punti
1968

Il 1968 fu una delle stagioni più tumultuose e affascinanti del nostro passato recente. Tutto iniziò negli Stati Uniti intorno alla metà degli anni Sessanta, per raggiungere il suo apice in Europa e in Italia.
Quel periodo segnò l’affermazione definita dei giovani nella scena sociale, politica e culturale.

Il ’68 nacque come un movimento di contestazione che metteva al centro della sua critica i valori e le pratiche della società borghese che si era arricchita notevolmente negli anni del dopoguerra, in contemporanea con la ripresa economica favorita dall'industrializzazione di tutta la società occidentale che avvenne tra il 1950 e il 1970.


Questo sviluppo economico portato dall'industrializzazione determinò l’aumento del benessere e delle ricchezze nelle famiglie, e di conseguenza si affermò il “triangolo del consumismo” e l’aumento della richiesta dei bisogni sociali, come: l’istruzione, la sanità, il tempo libero e la cultura.
L’aumento medio della ricchezza sociale ebbe importanti riflessi in campo culturale, tanto che nella categoria dei nuovi diritti reclamati dalla società, quello dell’Istruzione assunse per milioni di persone e di famiglie una fondamentale centralità.
Milioni di cittadini, grazie all'aumento del benessere, si trovarono finalmente, per la prima volta nella storia, nelle condizioni di considerare l’istruzione e la cultura non più come un sogno irraggiungibile, ma come un’opportunità concreta di crescita e un’occasione per migliorare la propria vita e il proprio ruolo sociale.

Così, per effetto di questa nuova domanda sociale di sapere e formazione, i sistemi scolastici tradizionali subirono un’immensa pressione; in pochi anni milioni di nuovi studenti si riversarono in aule scolastiche, soprattutto universitarie.

La richiesta da parte della società di una scuola di massa che assicurava il diritto dell’istruzione a tutti, spingeva ad un rinnovamento delle strutture, dei programmi e della mentalità del corpo docente. Ma questo rinnovamento non si realizzò, e quindi, dall'attrito tra strutture e mentalità vecchie ed esigenze nuove, e scaturì la scintilla della contestazione studentesca che investì prima la scuola e poi anche l’intera società.
Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email