sc1512 di sc1512
Ominide 5764 punti

-Crescita Demografica, Inurbamento, Emigrazione-

Dalla seconda metà dell’Ottocento al primo decennio del Novecento si assiste ad una crescita costante della popolazione europea, con tassi di natalità in netta crescita, a differenza di quelli di mortalità, in netto calo.
Questa crescita demografica si ebbe grazie ai miglioramenti nell’alimentazione e nell’igiene personale, ma anche grazie ai grandi lavori che vengono effettuati nelle città; questi lavori sono suddivisibili in cinque tipi:
• Creazione e cura di grandi Parchi interni alle città;
• Risanamento dei Quartieri più poveri, con la ricostruzione di nuovi edifici
• Costruzione di un moderno Sistema di Fogne;
• Costruzione di un Sistema Idrico capace di portare l’acqua in ogni casa;
• Depurazione delle Acque potabili.

Oltre a questi miglioramenti urbanistici si assisté anche a diversi progressi nelle conoscenze mediche, che contribuirono ad abbassare soprattutto il livello di mortalità.

Le conoscenze mediche si sviluppano in quattro direzioni:
• Costruzione di nuovi Ospedali;
• Invenzione del Microscopio, usato in campo medico per individuare i microrganismi responsabili di alcune gravi malattie;
• Particolare cura dell’Igiene, la Sterilizzazione e la Disinfezione degli strumenti chirurgici e delle ferite;
• Miglioramenti nelle Industrie Chimiche, che forniscono nuovi e più efficaci Farmaci.

Quindi Città più sane e una medicina migliore resero possibile questa crescita demografica.
Tuttavia in molte aree dell’Europa la crescita della popolazione era nettamente superiore alla domanda di forza lavoro; per questo molte persone, non riuscendo a trovare lavoro, prendono la decisione di partire/emigrare.
Esistono due tipi differenti di Flussi Migratori: a breve-media percorrenza verso i centri urbani più vicini, o a lunga percorrenza verso le Americhe (50 milioni di europei), l’Australia o la Nuova Zelanda.

L’Emigrazione Transoceanica contribuì all’aumento di popolazione del continente Americano, tant’è che la popolazione degli Stati Uniti aumenta di 52 milioni, mentre quella dell’America del Sud di 21.

• Quindi i più imponenti incrementi demografici si registrano nelle Americhe, verso il quale si dirige la gran parte dell’emigrazione europea.
• L’incremento registratosi in Oceania è dato anch’esso da flussi migratori;
• Gli incrementi demografici in Europa, Asia ed Africa non sono dovuti a flussi migratori;
• In Europa la crescita avviene in un’area densamente popolata, cosa che favorì il fenomeno dell’emigrazione;

• Anche in Asia la densità di popolazione era alta, infatti erano molti i flussi migratori in uscita verso gli Stati Uniti o l’Oceania.

Hai bisogno di aiuto in Storia Contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email