blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Antonello da Messina - San Sebastiano di Dresda scaricato 26 volte

Il San Sebastiano di Dresda

Antonello dipinse il San Sebastiano a Messina, tra il 1478 e il 1479, e poi lo spedì a Venezia. Asse della composizione è san Sebastiano, che, legato a un albero al centro di un'ariosa piazza, è rappresentato secondo un punto di vista ribassato che ne esalta la maestosità. E' trafitto dalle frecce del martirio ma ha un'espressione ispirata e dolce con non tradisce alcuna sofferenza. In quest'opera Antonello sintetizza tutte le capacità acquisite, fuse in modo consapevole in uno stile cristallino e impeccabile, prima di tutto nella perfetta padronanza luministica, espressa dalle ombre radenti sulle case e dal morbido chiaroscuro sul corpo di san Sebastiano. L'abilità prospettica è evidente tanto nella costruzione generale quanto nei virtuosistici scorci della colonna a terra, del pavimento, delle case e soprattutto del soldato addormentato a sinistra. Il rigore dell'impostazione spaziale è reso meno rigido dalla leggera rotazione verso destra del corpo del santo ed è ravvivato dai molti dettagli tratti dal quotidiano e dalle figurette che popolano lo sfondo. Esemplare è anche la bellezza del giovane martire,il cui corpo è reso con esattezza anatomica ma senza le tensioni muscolari delle statue classiche, cui vengono preferite la morbidezza e le proporzioni allungate che derivano dalla pittura nordica. Dietro alla naturalezza della figura si celano le ricerche proporzionali e l'assimilazione ai solidi geometrici. Dietro il pilastro di destra si intravedono due personaggi, uno con un cappello cilindrico nero e l'altro con mantello damascato e tiara: sono un rabbino e un vescovo e rappresentano rispettivamente il Vecchio e il Nuovo Testamento. Uno dei due soldati davanti allo stesso pilastro tiene in mano un rebbio che ricorda quello del diavolo; quello che dorme a sinistra è simbolo del paganesimo che rifiuta il messaggio cristiano.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze