blakman di blakman
VIP 9176 punti

Romanino - La Passione di Cristo


Gli affreschi della navata centrale e della controfacciata del Duomo di Cremona narrano le Storie di Maria e le Storie della vita e della Passione di Cristo, disposte su registri che paiono scene teatrali, ispirate alle sacre rappresentazioni che si tenevano nelle chiese e nelle piazze. Entro tali teatrini architettonici si muove una folla di attori vivaci, in composizioni che spesso sono mutate dalle stampe nordiche allora in circolazione. Romanino affrescò nel 1519-20 quattro episodi della Passione nella navata centrale, impaginati entro architetture classiche che costituiscono un omaggio alla cultura prospettica bramantesca. I colori, oggi rovinati, erano un tempo vivaci e insieme ai giochi di luce e al modo di procedere spesso immediato sull'intonaco fresco rivelano l'interesse per la pittura di Tiziano, mentre i contorni netti, gli spunti caricaturali e alcuni dettagli degli abiti sono tratti dalle incisioni di Durer. Gli accenni al realismo, visibili nei volti della folla e in particolare come il bambino che gioca col cane sulla scalinata, sono però una qualità tutta lombarda, che ha permesso di riconoscere in Romanino uno dei primi "pittori della realtà".

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove