J.lee di J.lee
Ominide 1094 punti

La Rotonda - Andrea Palladio.

Costruita poco fuori da Vicenza, sopra una collinetta; è una villa pensata non come luogo di abitazione, ma come luogo di piacere e di colto intrattenimento, dal momento che si svolgevano gare poetiche. E’ un edificio a pianta quadrata con una ripartizione simmetrica degli ambienti interni raggruppati attorno a un salone circolare coperto da una cupola prevista emisferica, ma modificata nel corso della costruzione. In ognuna delle 4 facciate del blocco compatto cubico si apre un accesso preceduto da un classico pronao (con colonne ioniche) al quale si perviene tramite una scalinata. Palladio giustifica la presenza dei loggiati con la motivazione di dar così la possibilità di godere sempre della natura circostante ovunque si volgesse lo sguardo. Palladio ha nelle sue intenzioni sicuramente quella di costruire un vero e proprio centro culturale, punto di ritrovo, in mezzo alla natura che conferisce silenzio e tranquillità. La struttura ricorda la tipica villa romana.

Autore: Andrea Palladio.
Titolo: Villa Almerico – Capra, detta La Rotonda.
Data: 1566 - 1585.
Collocazione: Vicenza.
Tecnica e materiali: Opera architettonica.
Committenza: Commissionata da Paolo Almerico ad Andrea Palladio a partire dal 1566, fu però completata dai due fratelli Capra, assieme all'architetto Scamozzi.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove