Blogger 1962 punti

Ospedale degli innocenti

L'ospedale degli innocenti viene inteso come orfanotrofio, chiamato Spedale in antichità. Nella facciata si presentano dei puttini che funzionano come segnali. Si trova nella piazza della Santissima Annunziata a Firenze. Doveva ospitare i bambini e dare loro cibo e far seguire la scuola sino a trovare un lavoro. All'esterno sono presenti due piani, con un sotterraneo. Sotto terra sono collocati i laboratori dei lavori più antichi. Nella parte superiore: la scuola, il refettorio, la cappella e altri vari luoghi. Nella parte sopraelevata si trovano i dormitori. L'aspetto più importante di questo luogo è la proporzione. Il portico diventa un elemento architettonico che smorza il buio dell'interno con la luce dell'esterno. Per realizzarlo, Filippo Brunelleschi terrà presente lo sviluppo alare di un uomo di altezza media fiorentina, per rispettare le tre misure in prospettiva.

Il giardino fu donato all'arte della seta. Oggi è un centro di monitoraggio dell'infanzia e dentro vi è la sede dell'UNICEF. I Puttini sono in porcellana della famiglia Della Robbia. Brunelleschi ha concepito l'edificio come un rettangolo separato da due ale. E' una struttura modulare e crea armonia, si presenta con 9 arcate nel portico e 9 scalini. Le colonne sono composte e di tipo romano. Ha ripetuto circa una misura di dieci braccia fiorentine, ovvero 5,80 metri circa, tutto regolamentato in modo cubico. Le arcate sono coperte a vela. Tutto è realizzato secondo una bicromia. Egli riteneva che la struttura doveva essere leggibile secondo il materiale delle strutture portanti, in pietra serena grigia, mentre i muri interni in bianco. Nella facciata, arcate, capitelli e scalini sono in pietra serena con l'architrave e anche le decorazioni sulle finestre riproducono il sistema trilitico.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email