Neoclassicismo in breve


La seconda metà del settecento è un epoca di rivoluzioni culturali, politiche e artistiche.
Le arti lasciano le frivolezze del rococò per studiare modelli greci e romani scoperti a Pompei. Nasce il Neoclassicismo , che fonda la produzione artistica sull'imitazione degli antichi.

Per il teorico del Neoclassicismo Johann Winckelmann le imitazioni delle opere greche è preferibile all'imitazione della natura. Nei primi anni dell'800, durante l'impero napoleonico, il neoclassicismo i diffonde in tutta europa..
Il pittore francese Jacque-Louis David(1748-1825), nel ritratto di Herniette de Verninac propone una sorta di modello dei nuovi costumi dell'alta società francese.

Jean-Auguste-Dominique Ingres (1780-1867) si basa su temi mitologici, per esaltare i valori morali ed eroici. Nell'Apotesi di Omero

presenta la sua adesione al mondo classico ritraendone uno dei simboli più famosi. A Parigi l'Accademia Reale dà vita ai Salon, mostre annuali di pittura contemporaena, sostenute dallo stato, che hanno scopo di presentare l'arte ufficiale.

Antonio Canova (1757-(1822) è i più importante scultore del Neoclassicismo. Il gruppo Amore e Psihe sviluppa del tema mito-logico il momento in cui Amore rianima Psiche (svenuta) con un bacio. La composizione è equilibrata e rigorosa. La sua scultura è collocata nello spazio per lasciarsi guardare da ogni parte.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email