Ominide 1242 punti

Il neoclassicismo in architettura e nelle arti applicate e decorative

Il Neoclassicismo si diffonde in tutta Europa fra la seconda metà del Settecento e la prima metà dell’Ottocento.
E' caratterizzato da un interesse per l’antichità, dal Medioevo e primo Rinascimento, al mondo greco e romano, fino a quello ma egizio ed etrusco. In questo periodo si diffonde infatti il collezionismo antiquario. il movimento neoclassico ricerca del rigore attraverso forme semplici e geometriche e fonde dell’ideale estetico con quello etico e civile: l’arte propone modelli di virtù civica e morale. Il neoclassicismo coinvolge tutti i settori della produzione artistica; non soltanto pittura e scultura quindi, ma anche architettura e arti decorative.

Architettura

L’architettura neoclassica è caratterizzata in parte da citazioni classiche, in parte da innovazioni architettoniche, riferimenti esotici e accenni al pittoresco di stampo già romantico. Per essere perfetti, edifici e spazi urbani devono presentare due caratteristiche: la semplicità, attraverso l’utilizzo di forme geometriche e la ricerca della simmetria; la funzionalità

Arti applicate e decorative

E’ soprattutto il ritrovamento di manufatti antichi, nel corso del Settecento, a stimolare un interesse verso le arti minori. Queste vengono infatti adottando temi di ispirazione archeologica. Ne sono alcuni esempi i cataloghi di mobili, arredi e ornamenti pubblicati a partire della seconda metà del Settecento, che sono anche espressione della nuova concezione borghese dell’abitare.
In architettura, come nelle arti decorative e nell’arredamento, si afferma il nuovo Stile Impero, che ripropone motivi e simboli del potere imperiale utilizzati nell’arte greca e romana, ma anche egizia ed etrusca (ad esempio la corona d’alloro).

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità