blakman di blakman
VIP 9176 punti
Questo appunto contiene un allegato
Monumento funebre di Maria d'Aragona scaricato 0 volte

Il Monumento funebre di Maria d'Aragona

La tipologia del monumento funebre a muro venne portata a compimento intorno alla metà del XV secolo, in parallelo alle esigenze della colta committenza che sempre più voleva essere celebrata in modo individuale. Antonio Rossellino nella chiesa di Sant’Anna dei Lombardi, detta Monteoliveto, realizzò il Monumento funebre di Maria d’Aragona, che sarebbe stato ultimato da Benedetto da Maiano. L’opera è un’antologia di elementi architettonici e decorativi classici: il monumento è inserito entro un arco a tutto sesto con intradosso a cassettoni e rosette classiche preceduto da un velario legato ai lati come un sipario, rappresentato con grande realismo. La statua distesa della defunta è adagiata su una lettiga posta sul sarcofago, sul cui coperchio siedono due genietti funerari, mentre il basamento è scolpito con motivi classici: due unicorni (simbolo della verginità) sorreggono un festone tra due geni che sollevano cornucopie (simbolo di abbondanza e fertilità). Lo sfondo è costituito da un rivestimento con intarsi marmorei e due lesene decorate a candelabre, sul quale poggia un rilievo quadrato con Cristo risorto fra due angeli inginocchiati. Nella lunetta dell’arco è scolpita una Madonna con il Bambino entro un clipeo incorniciato d’alloro e sorretto da angeli che volano, esemplati sulle antiche vittorie alate.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email