• La pietà di San Pietro: scultura composta in un anno e richiesta dal cardinale Bilhères. Il tema è la Pietà e si osserva Maria che tiene tra le braccia Cristo deposto dalla croce. Si pensa possa essere la riduzione del Compianto sul Cristo morto (ce ne sono molti esempi medievali).
Maria è una fanciulla con il volto appena triste che tiene teneramente in grembo il figlio morto come quando era un bambino. Il braccio sinistro di lei è verso l'esterno e ha il palmo della mano verso l'alto come a invitare a provare per Gesù lo stesso dolore. Una fascia le attraversa in diagonale il busto che mette in mostra la sua giovinezza. Il panneggio delle vesti evidenziano la figura di Gesù, il corpo liscio, nudo e levigato. Sollevato dal braccio destro della madre che cinge le spalle e il capo è all'indietro. Il bacino è piegato tra l'apertura delle gambe di Maria. Il braccio sinistro segue la linea del corpo e il destro è abbandonato verso terra. La giovinezza dei personaggi indica purezza e riflette la bellezza di Dio. Il Vasari scrive quanto sia incredibile la perfezione data a quella pietra.

Michelangelo concepisce la scultura come un togliere materiale e non un aggiungere, come invece è la pittura.

•David: quando gli era stato incaricata la scultura del David dall'Opera del Duomo, gli era stato affidato un blocco di marmo inutilizzato, ma già iniziato da Duccio. Michelangelo lavora quindi con uno svantaggio. Ma ciò che ne ricava è così stupefacente che Vasari scrive che questa sia l'opera più bella di qualsiasi tempo. Nel restauro del 2004 si conferma il ruolo rivestito dalla statua come principale per la nostra cultura. Il giovane pastore, futuro re d'Israele è raffigurato un attimo prima dell'azione: la fronte è aggrottata, i muscoli sono tesi e le vene sono esposte, le mani pronte a far roteare la fionda. La posizione chiastica del corpo deriva dai modelli classici e la superficie è levigatissima. Le qualità morali del nudo sono: libertà e indipendenza. Viene per questo collocata non nel Duomo ma davanti a Palazzo Vecchio.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email