Ominide 2892 punti

David di Michelangelo

Inizialmente il David era stato commissionato per il Duomo di Firenze, poi Pier Solderini decide di collocare questa statua nel centro di Firenze.
Il David rappresenta la situazione geopolitica di Firenze: sia il David sia Firenze erano piccoli e all'apparenza invincibili ma poi in realtà riescono a vincere.
Per il '400 David è un efebo dopo che ha vinto il gigante. Michelangelo sceglie il momento precedente e cambia anche il modello, non rappresenta più l'efebo, ma un uomo nel pieno delle sue forze (modello atletico-classico).
Ci sono due proposte:
1. Collocarlo davanti a palazzo vecchio: in piena luce.(proposta di Michelangelo
2. Collocarlo sotto la loggia dei Lanzi: sotto un'ombra in modo da far risaltare la muscolatura grazie all'ombra. (Proposta di Leonardo)
Vince la prima proposta. Michelangelo lo rappresenta così per la classica condizione neoplatonica: lui rappresenta il David prima del duello perché non è detto che il David vinca.

Il messaggio la sua scelta diventa un esempio per tutti gli altri uomini".

Tutta la statua appare classica in postura (stasi gravitante), ma alcuni particolari sono fuori scala:
1. Le mani sono molto più grandi
2. La testa è molto più grande
3. I capelli sono molto più voluminosi
4. Gli occhi sono molto più espressivi
MANI:in quella destra tiene la pietra che la sua unica possibilità di salvarsi.

C'è una rotazione della testa che osserva il nemico. Lo si nota dal legamento del collo. La rotazione è avvenuta in modo improvviso.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email