r25 di r25
Ominide 29 punti

Il bacio

Autore:Francesco Hayez
Datazione:1859, venne realizzato durante gli anni del Congresso di Vienna, quando l’italia era divisa in piccoli stati.
Collocazione: Milano, Pinacoteca di Brera

Lettura estetico-formale

Questo dipinto narra il momento in cui quest’uomo deve partire per la guerra e saluta la donna amata, la quale si abbandona tra le sue braccia. con un bacio passionale (si nota dalla posizione e cioè si stanno abbracciando) e quasi proibito. La scena è ambientata in un castello medievale, probabilmente in un angolo di questo,,dove spiccano tre gradini di grandi dimensioni sulla destra della tela. Gran parte dello sfondo del quadro è occupata da un muro in mattoni che si alterna con una parete più liscia, e spostando lo sguardo più a sinistra, si può notare un piccolo arco gotico, sorretto da una colonna sottile. La costruzione prospettica in questo modo mette in risalto il dramma e la teatralità del quadro.
L’uomo indossa un lungo cappotto marrone dal quale sbucano delle calze rosse, indossa anche un cappello con una piuma. Il movimento della gamba che sposta il mantello lascia intravedere anche l’elsa di un pugnale. La presenza dell’arma nell’equipaggiamento dell’uomo, vista insieme alla presenza di un terzo individuo nella composizione (l’ombra che si vede nella parte bassa dell’arco sulla sinistra della tela), potrebbe indicare che quest’ultimo possa essere un nemico del protagonista, o, più semplicemente, una domestica che assisteva segretamente alla scena. La posizione del piede sulla scala lascia presupporre che sia in procinto di andare via, probabilmente per ragioni politiche, e di abbandonare la sua amata. La donna invece indossa un abito azzurro chiaro. Le tonalità utilizzate, sono calde e ben disposte su tutta la tela, facendo si, che l’abbigliamento dei due amanti risalti rispetto a tutto il resto della composizione, dipinta con tonalità neutre ed illuminata da una sorgente di luce esterna alla scena. La luce che viene da sinistra si focalizza soprattutto sui due protagonisti e fa concentrare lo sguardo dello spettatore su di loro. Inoltre mette in risalto anche il colore del vestito della donna e lascia intendere anche di che tessuto potrebbe essere; potrebbe essere di seta o di un tessuto pregiato. Allegoricamente, questo lavoro di Hayez, presenta più di un significato, tutti legati fondamentalmente, alla situazione dell’Italia durante il Risorgimento: l’uomo e donna, attraverso l’impeto del loro bacio, secondo una teoria, incarnano l’ardore tipico dei giovani, unito all’amore per la patria e la voglia di riscattare l’orgoglio dell’Italia.
L’uomo, i cui vestiti ricordano quelli di un combattente volontario, è in procinto di andarsene, mentre la donna, cerca di trattenere come meglio può, con un abbraccio, il suo amante, consapevole che egli potrebbe andare incontro alla morte.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email