Ominide 1040 punti

Il bacio - Francesco Hayez


Il romanticismo in Italia in arte figurativa si declina come la musica. Francesco Hayez è amico di Alessandro Manzoni e Giuseppe Verdi, con i quali collabora; è di Venezia e lavora a Milano. In Italia si può parlare di alcune tematiche di dominazione e di libertà con i personaggi storici passati, senza toccare quelli presenti (come Manzoni che ambienta i Promessi Sposi nel passato). Il bacio è ambientato nel medioevo (cappello con la piuma). L’uomo ha un piede sul gradino perché è un bacio di addio. Viene descritta una situazione dove l’innamorato deve fuggire perché forse è contro qualcuno. Dietro all’arco si vede un’ombra che arriva, quindi l’uomo è inseguito. C’è una situazione di nascosto e richiama le riunioni segrete dei carbonari e dei massoni, che si vedevano di nascosto per non essere visti dalle guardie austriache. Lui è vestito di rosso, che richiama le truppe garibaldine, mentre lei è vestita di azzurro, che rappresenta l’Italia. Hayez è quindi attaccato alla patria. Nel dipinto gli innamorati non hanno un’identità ben definita per fare in modo che ognuno possa immedesimarsi nell’opera. C’è anche un leggero riferimento alla Francia (azzurro, bianco e rosso), che si pensava potesse aiutare la liberazione dell’Italia.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email