Le porte del Battistero fiorentino adornato da Lorenzo Ghiberti


La porta Nord (settentrionale) del Battistero fiorentino di Lorenzo Ghiberti


Per la decorazione della porta del Battistero fiorentino venne bandito un concorso nel 1403; e venne vinto da Lorenzo Ghiberti.
I lavori della sua porta settentrionale vennero iniziati nel 1403 e conclusi nel 1424.

La porta è divisa in due battenti, ed ogni battente ha come decorazione 28 formelle narrative in bronzo a rilievo.
Le narrazioni delle scene di queste formelle in rilievo riportano avvenimenti descritti nel libro del Nuovo Testamento.
La struttura delle formelle è a polilobate e mistilinee: il primo termine significa che la cornice presenta quattro parti sporgenti di forma tondeggiante, mentre, il secondo termine significa che la cornice delle formelle presenta sia profili retti, che profili curvi.
Le decorazioni della porta del Battistero fiorentino ha un linguaggio artistico che rispecchia la corrente artistica del Gotico internazionale; ma è anche arricchito da dettagli di ispirazione classica.
Il gusto tardogotico di Lorenzo Ghiberti lo si può notare dalla cura che ha nello realizzare i particolari ed i dettagli.

La porta del Paradiso del Battistero fiorentino di Lorenzo Ghiberti


Questa porta è molto famosa poiché Ghiberti vi inserisce per la prima volta un suo autoritratto.
Il tema complessivo della porta nelle scene delle formelle è quello della salvezza cristiana, che una volta ottenuta, apre le porte del Paradiso (da qui infatti prende il nome la porta del Battistero)
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email