Eliminato 32 punti

Donatello

Nasce nel 1386 a Firenze e muore nel 1466 nella sua piccola casa fiorentina. Recepisce bene la tecnica della fusione del bronzo insegnata dal suo maestro Lorenzo Ghiberti, dove andò da lui a bottega per imparare il mestiere. Cominciò in età giovanissima a realizzare opere importanti in bronzo. Il suo primo viaggio di istruzione per imparare le tecniche classiche è a ROma nel 1402 insieme a Filippo Brunelleschi, invece il secondo viaggio sempre a Roma si svolge nel 1420. Lui vuole riprendere l'arte antica ed è il primo perché ha saputo superare l'arte antica rendendo umani i suoi personaggi e unitamente allo studio di classici lui approfondisce le ''tecniche'', oltre al bronzo con Ghiberti, comincia ad usare anche il marmo, il legno e la terracotta. Partiamo dalla cantoria della chiesa di Santa Maria del Fiore, dove lui si ispira al Salmo dell'Antico Testamento. Gli angeli sulla cantoria vengono rappresentati come bambini in festa che lodano il Signore, c'è movimento e dinamismo perchè le figure davanti si muovono verso destra e quella dietro corrono nella direzione opposta, creando un effetto di ''moto continuo''. (sono raffigurati dietro a delle colonne). Il mosaico dorato dello sfondo coglie ogni bagliore luminoso, data la collocazione della cantoria all'interno della crociera mal illuminata. Donatello realizza una superficie punteggiata che rifrange sulle figure in penombra scimntille luminose, creando un effetto di animazione cromatico-luminosa. La cantoria in totale è lunga 3 metri e 84 cm x 5 metri e 70 cm.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email