cefine di cefine
Ominide 1033 punti

La barca di Dante


Delacroix è un pittore romantico che nasce nel 1798 a Parigi e fu allievo del celebre Gericault Esordisce nel 1822 presentando un dipinto al Salon: la Barca di Dante.
Per comprendere quest'opera dobbiamo tenere presente la figura del poeta medievale e quanto il movimento del Romanticismo l'aveva rivalutata. L'opera infatti fa riferimento al terzo canto infernale in cui Dante e Virglio attraversano il fiume Acheronte.


Il romanticismo inoltre era solito fare riferimento anche alla cultura classica e al il recupero del passato: non è casuale infatti che quest'opera sia un omaggio esplicito alla zattera della medusa (si rappresentano Infatti i dannati dell'ottavo canto dell'Inferno) ma lo scopo principale in pieno stile romantico non è la fedeltà al testo ma la rielaborazione di un tema: Infatti se da un lato vediamo varie citazioni come i nudi classici dall’altra l’opera è ricca di riferimenti a Rubens, ovvero alla modernità. In quest'opera Dellacroix esce dagli schemi perché non è solo un artista ma, come molti romantici suoi contemporanei, è un intellettuale, uno scrittore che tiene un diario per tutta la durata della propria vita e che può permettersi di dare uno spessore all'opera non solo di tipo figurativo. A sottolineare ciò è la sua posizione all’interno dell’Accedemia, che prevedeva una riflessione ”teorica”.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email