Il tempo e il luogo


La spiccata sensibilità di Veronese per lo spazio archittetonico, nelle sue valenze luministiche e anticheggisnti, si esprime pienamente negli affreschi realizzati nella vila dei nobili veneziani Barbaro, i fratelli Daniele e Marcantonio, progettata da Palladio e realizzata a Maser, nella campagna vicino a Treviso.
Il mancato riferimento di Palladio alla presenza dell'artista nell'impresa della vills nelle pagine del suo celebre trattato ha fatto nascere una serie di ipotesi su una presunta avversione di Palladio nei confronti dei prodigiose forzature spaziali degli affreschi di Veronese, che in effetti arrivano a trasformare in modo molto marcato gli ambienti e l'architettatura interna dell'edificio.

La descrizione e lo stile


La composizione architettonica dell'edificio, in stretto rapporto con il contesto circostante, è un elemento determinante per l'opera di Veronese: una perfetta compenetrazione fra spazio architettonico e spazio pittorico crea effetti di grande suggestione nell'osservatore, condotto in un modo fantasioso e affascinante caratterizzato da un'originale commistione di scene mitologiche e figure reali.
L'artista, infatti, realizza una diretta continuità tra ambienti reali e decorazioni, mediantee lo sfondamento illusorio delle stanze: architetture dipinte dalle forme classicheggianti inquadrano paesaggi luminosi, in un gioco di moltiplicazione dei piani, accentuato da personaggi posti di fromte a porte o balconate dipinte, come si nota nella Sala dell'Olimpo.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email