Ominide 1312 punti
Questo appunto contiene un allegato
Courbet, Gustave - Funerale ad Ornans scaricato 8 volte

Funerale ad Ornans

Il dipinto fu realizzato negli anni cruciali delle rivoluzioni in Europa, l'artista aveva realizzato una trilogia, ovvero tre grandi quadri che rappresentano: la borghesia, i contadini (Ritorno dei contadini dal mercato), gli operai (Gli spaccapietre).
Si tratta di un vero e proprio “manifesto artistico” del Realismo, infatti i tre quadri furono esposti nel Pavillon Du Realism nel 1855.
L'opera suscitò scandalo nel paese poiché sembrava ridicolizzare le autorità cittadine e i borghesi ben pensanti: figure con nasi rubicondi, atteggiamenti distratti ed indifferenti, furono scambiati per una provocazione.
Courbet in realtà rappresenta con oggettività il rito della sepoltura e la psicologia delle persone. È un enorme ritratto di gruppo a figure intere dal quale emerge l'ipocrisia delle convenzioni sociali.

Le figure sono disposte a corteo orizzontale, non c'è messa in posa, il paesaggio è scarno con rocce che sottolineano l'andamento orizzontale delle figure. A sinistra la bara contrasta con le figure nere che prevalgono sulla destra. La tavolozza si riduce a contrasti di bianco e di nero; ciò è in linea con quanto avviene nella nascente fotografia in b/n.
L'oggettività che usa Courbet si scontra con la richiesta dei cittadini di un'opera che rappresentasse con l'idealizzazione il rito cristiano.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email