cefine di cefine
Ominide 1032 punti

Milano di Flatford


In quest'opera si può vedere esattamente ciò che il pittore intende rappresentare. Infatti, non vi è alcun intento di tipo simbolico o allegorico alle spalle di questa rappresentazione.
Si tratta di una scena tagliata ed emarginata, la cui protagonista indiscussa è costituita dall' elemento della natura, colta in tutta la sua bellezza.

lo spettatore ha un ruolo importante per i romantici e deve essere coinvolto sentimentalmente dall'opera d'arte. In altre parole lo spettatore deve penetrare la profondità del dipinto. Constable a questo proposito inserisce degli alberi per fare in modo che l'occhio dello spettatore sia guidato fino ad una dimensione più profonda. Questi alberi svolgono quindi la funzione di repoussoir, il quale ha un fine diverso da quello leonardesco, ovviamente.
Un elemento di fondamentale importanza dell'opera è il cielo: la porzione di cielo è un terzo della superficie del dipinto e le nuvole sono rappresentate in modo accurato.

Constable aveva nutrito un interesse molto particolare per il problema della struttura celeste, in particolare delle nuvole. Constable voleva capire che morfologia ci fosse nella trasformazione delle nuvole.
Siamo nell'epoca della morfologia, vedi Goethe; la morfologia è lo studio della forma e in questo caso forma come conoscenza nella natura.
Constable inoltre è molto critico rispetto gli autori precedenti in cui il cielo era come un "lenzuolo bianco" , stando alle sue parole. Il che è vero, però lo stesso cielo svolgeva una funzione diversa: serviva principalmente da sfondo. Nel momento in cui l'artista decide di rappresentare un paesaggio la funzione del cielo è chiaramente differente rispetto a quella di sfondo.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email