Ominide 2630 punti

I Carracci

Nel Rinascimento l’arte era basata sui singoli artisti mentre dopo il seicento iniziano ad esserci vere e proprie scuole private di pittura come l’Accademia degli Incamminati fondata dai Carracci di Bologna, dove oltre all’arte si studiavano lettere filosofia scienze matematica. Agostino si basava sulla teoria ed era principalmente insegnante del valore della classicità e della storia. Ludovico era un incisore. Annibale il più importante, era colui che si basava di più sulla pratica e sull’esempio, aveva una forte personalità e grandi capacità pittoriche.
Mangiafagioli: scena di genere che si basa sui piccoli gesti della quotidianità e non su scene religiose o storiche. Rappresenta un popolano intento a mangiare con avidità una scodella di fagioli, sembra essere interrotto (occhi fissi sull’osservatore, bocca aperta, mano sul pane sbocconcellato), si basa sul realismo, c’è natura morta sul tavolo. Sfondo cupo e luce solo da una piccola finestrella.

Galleria Palazzo Farnese: volta a botte decorata con scene degli amori degli dei, Annibale crea l’illusione di 9 dipinti appesi e una finta struttura architettonica. Scene non adatte al cardinale ma che servono per glorificare e abbellire. Colori cangianti. Al centro spicca
Trionfo di Bacco e Arianna: che ricorda Michelangelo per la fisicità dei corpi e rappresenta il festoso corteo nuziale. Molti satiri, menadi e putti amorini. È presente una visione agreste, simbologia animale. Compostezza, classicità, realismo e prospettive fantastiche.
Bottega Macellaio: alcuni parenti erano macellai. Grande staticità nell’ambientazione con grande uso dei dettagli. Non curanza però ai particolari legati alla professione (grembiuli candidi e puliti). Il tavolo ha una visione anomala.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email