pexolo di pexolo
Ominide 6526 punti

Teatralizzazione della scena sacra

Caravaggio


Per rendere plausibile la scena religiosa, di nuovo incompatibile con il suo realismo figurativo, l’«erede» di Moroni, cioè il Caravaggio, inaugura un gigantesco teatro di strada: di fatto, egli affida gli episodi e le figure della storia sacra ad attori improvvisati, presi appunto «dalla strada» (che rendono palpabile il clima della sacra rappresentazione). Vengono così rappresentati soltanto quei personaggi che, in assenza della mediazione teatrale, possono presentarsi «in prima persona». Grazie a questo espediente si comprende il genio del Caravaggio, che non sta nella scelta di personaggi umili per interpretare ruoli sublimi, quanto piuttosto nel mettere a nudo la distanza funzionale tra l’attore e il personaggio interpretato. La Madonna dei pellegrini mette in scena una popolana che si affaccia sulla porta di casa e a cui due mendicanti chiedono la carità: è questo (e non altro) il soggetto del dipinto. Anche in un caso per certi aspetti estremo come quello di Caravaggio, la teatralizzazione dell’immagine religiosa va dunque nel senso della sua estetizzazione; del suo ridursi a pura immagine, svincolata (o «emancipata») dalla sostanza spirituale che ne farebbe un’immagine appunto religiosa.

Estasi di Santa Teresa


Se la Trinità del Masaccio è una sacra rappresentazione al quadrato, questo è un teatro nel teatro: la sontuosissima Cappella Cornaro ospita, nella zona dell’altare, la scena della santa sospesa in uno spazio incerto tra mistica ed erotismo, mentre le due pareti laterali raffigurano due palchi affollati dai cardinali della famiglia, convocati per assistere (come a teatro) all’estasi della santa. Il pubblico non è più chiamato a salire sul palco, ma è raffigurato in quanto pubblico di un vero teatro: è infatti la prima volta che la scena sacra viene rappresentata come tema di uno spettacolo teatrale, dove il teatro stesso è a sua volta oggetto della messa in scena.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email