Ominide 2993 punti

Tribuna di Santa Maria delle Grazie

A Donato Bramante viene affidata la costruzione della tribuna della chiesa di Santa Maria delle Grazie, a Milano. Viene abbattuta la tribuna esistente e inserisce, al termine della grande chiesa, un'ampio vano cubico sormontato da una cupola con due absidi laterali prolungato sul fondo da un altro ambiente e concluso da una terza abside. All'interno lo spazio si dilata nel movimento curveggiante delle absidi e della cupola poi si restringe creando profondità prospettica. All'esterno i volumi si articolano liberamente nello spazio opponendo luci a ombre, andamenti concavi (nicchie) ad andamenti convessi. La decorazione ricca ed esuberante è stata attribuita a decoratori lombardi: Bramante si è mostrato rispettoso della fisionomia estetica del contesto locale e vi ha inserito la propria opera in maniera organica adattandola a esso. Il suo intervento è rinascimentale perché usa figure e volumi elementari, l’architettura è fatta di rientranze e sporgenze, i colori non disturbano e per non creare scompenso usa gli stessi materiali.

Chiesa di Santa Maria presso San Satiro

Situato a Milano, presenta la pianta a T, formata da 3 navate e un transetto. Donato Bramante fa un intervento ispirandosi e Masaccio: dilata illusionisticamente lo spazio creando un braccio longitudinale ad est del presbiterio. E' presente una volta a botte che da l’impressione di coprire 3 campate.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email