Ominide 4479 punti

Nascita di Venere

La Nascita di Venere venne realizzata intorno al 1484 ed essa propone il tema della bellezza,ovvero Venere. Tramite essa l'uomo si avvicina a Dio ed è sull'amore che l'universo si regge. Venere,appena nata dalla schiuma del mare,la conchiglia è stata inseminata da Nettuno,dio del Mare. Già è donna e viene sospinta da Zefiro abbracciato a Clori sull'isola di Cipro dove Flora l'accoglie porgendole un mantello rosso cosparso di fiori per coprirla. Qui c'è una mancanza quasi totale di profondità. La dea appare fragile e delicata anche perchè ci sono alcune irregolarità. La Venere non ha proporzionalità. Le spalle non ci sono e le braccia arrivano quasi alle ginocchia e inoltre non sta in equilibrio.
A destra c'è Zefiro,il Dio del vento primaverile. Egli ingravita tutte le donne,per questo esse sono tutte incinte. Cupido viene messo come simbolo d'amore. A sinistra c'è Mercurio,cerca di aprire le foglie degli alberi per far passare la luce. Abbiamo poi Venere,Flora e Clori poi abbiamo le tre Grazie. La stessa venere viene rappresentata nella nascita della Venere. La novità era nell'aver rappresentato la primavera con delle Dee che danzano e tutta la rinascita la realizza nelle donne gravide. Il disegno di Piero presenta un tocco leggerissimo e sottile poichè fu realizzato per mezzo di una penna sempre appuntita.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email