melaisa di melaisa
Ominide 2160 punti

Pietà


Grazie a questi suoi interessi, presto Bellini sviluppò uno stile più personale, basato su una luce delicata, su una calda gamma cromatica, sulla morbidezza delle forme, sulla delicatezza espressiva della natura e dei volti. A questa fase appartiene la Pietà (1460-65 circa) conservata a Brera: il soggetto fu molto amato dal pittore, che lo ripropose più volte durante la sua carriera. Le figure, poco più che a mezzo busto e poste dietro un parapetto ancora legato ai modelli fiamminghi, incombono sull’osservatore, che viene così catapultato nel mezzo del dramma. Cristo morto campeggia in piedi al centro, amorevolmente sorretto dalla Madonna, il magnifico torso inondato di luce naturale, senza segni apparenti del martirio che non siano la ferita sul costato e le piaghe sulle mani; le stigmate sono ben evidenziate nel gesto della madre che solleva delicatamente la mano destra del figlio come per volerla presentare a chi guarda. La Madonna si stringe a lui in un ultimo abbraccio: il suo volto lo sfiora, gli occhi gonfi di pianto lo guardano rassegnati un’ultima volta. San Giovanni Evangelista, sgomento, la bocca aperta, distoglie lo sguardo. Nessun artista aveva saputo rendere così umani i personaggi sacri, i loro stati d’animo, i loro affetti e il loro dolore. L’estrema vicinanza delle figure tra loro accentua il pathos della scena. Il suggestivo tramonto, con il cielo striato di vapori chiari e rosati, e il paesaggio su cui si allungano le prime ombre della sera, frutto di attente osservazioni naturalistiche, contribuiscono a rendere la scena struggente.
Per quanto riguarda lo stile, l’incisività mantegnesca dei contorni è ancora visibile nella resa scultorea del braccio sinistro di Cristo, illusionisticamente appoggiato sul parapetto con vene e tendini in evidenza, nelle pieghe delle vesti e nei capelli di san Giovanni. Conquiste del tutto personali sono invece le espressioni intense, ma non esasperate, dei volti e l’armonia tra figure, paesaggio e colori.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email