Ominide 644 punti

Il Barocco Romano dopo Bernini e Borromini


Il linguaggio Barocco elaborato da Bernini e Borromini influenza le generazioni immediatamente successive ai due grandi maestri. Gli artisti che operano nel quadro urbanisti e architettonico romano sono:
Carlo Rainaldi (1611-91) noto per il Progetto d S. Agnese a Piazza Navona e Santa Maria Campitelli , sistemazione urbanistica di Piazza del popolo con le due chiese gemelle S. Maria di Montesanto e S. Maria dei Miracoli. facciata posteriore di S. Maria Maggiore.


Carlo Fontana (1634-1714) nato più tardi di Rainaldi recepisce con maggior distacco la contrapposizione tra le due concezioni : Borromini da un lato, Bernini dall'altro tendendo ad una rileavorazione di entrambe le parti. Tra le sue opere più importanti : le facciate di S. Maria dell'Umiltà e di S. Marcello al Corso da 1683è da considera una libera interpretazione dei maestri precedenti, la facciata leggermente concava, e le due ali laterali che conferiscono elasticità alla struttura evidenziata dal pronao, le colonne libere e il timpano a volute. Infine Carlo Fontana è noto per il completamento di Palazzo Montecitorio.

Il Barocco Piemontese


Grande protagonista del barocco architettonico piemontese è Guarino Guarini (1624-1683) che opera sotto i Savoia . A Torino in particolare alla fine del '500 giungeranno architetti e artisti per contribuire al rinnovamento della città . Guarino Guarini è considerato un sensibile interprete del linguaggio Borrominiano. Si forma a Roma ma lavora anche a Messina , Parigi oltre che a Torino.
Le estrose forme geometriche che lui progetta e la virtuosa tecnica , satanno di gende influenza per l'architettura del '600 e '700.
Tra le sue opere più importanti: Chiesa dei Padri Somaschi a MESSINA (1660-62) e per l'ambiente Torinese sono molto importanti: La Chiesa di San Lorenzo dei Teatini (1666-79) . La chiesa a pianta quadrata e sormontata da una cupola . La particolarità della chiesa si riscontra all'interno dove si sviluppa una struttura aperta formata da sedici archi intrecciati alternati da otto finestre in modo da formare un disegno di una stella a otto punte.

Altro importante monumento per la città di Torino è IL Duomo della Santa Sindone, Guarino Guarini realizza la cappella voluta da Carlo Emanuele II . L'interno della chiesa sembra traforato dagli archi che si intrecciano per mezzo dei costoloni di marmo nero che disegnano una stella dodici punte. Costruita da tamburi disposi l'uno sopra l'altro , la cupola internamente assume un slanciata forma canonica che termina con un lanternino che sembrano riprendere la lanterna della cupola di San Ivo del Borromini.

Palazzo Carignano


costruito tra il 1679 -85 su commissione del Principe di Carigno è di notevole importanza , evidente è il motivo convesso del corpo centrale mentre due grandi blocchi rettilinei concludono la facciata. Il tutto è realizzato in mattone. Sontuoso il salone ovale e la scalinata interna al palazzo.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email