Ominide 4103 punti

[

L’Arte a Venezia

Fino alla metà del Quattrocento Venezia resta culturalmente isolata rispetto al resto della penisola, attardata su modelli stilistici tardogotici e bizantini. Tale condizione deriva dalla sostanziale autonomia della Serenissima rispetto alla situazione politica ed economica italiana, forte dei possedimenti nell’Adriatico e nel Mediterraneo orientale, che le garantivano il predominio sui traffici commerciali con il Vicino oriente.
Il nuovo orientamento politico ed economico determina un confronto più diretto con le realtà culturali della penisola, cui corrisponde una svolta anche in ambito artistico.
La cultura umanistica a Venezia matura non tanto a contatto con Firenze, quanto nel rapporto con Padova e le città dell’entroterra lombardo.
A ciò concorre il diverso orientamento della cultura veneziana, più pragmatica che speculativa, ma soprattutto la circolazione di capitali e lo spostamento di professionisti nei territori della Serenissima;

essi commissionano numerose opere d’arte da inviare alle città di origine. nfine, la posizione geografica di Venezia favorisce il passaggio degli artisti nordici e l’apertura del mercato dell’arte alla cultura figurativa germanica e fiamminga.

Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email