zerbino di zerbino
Ominide 90 punti
Andrea Mantegna - La camera degli sposi


E’a Mantova che il Mantegna realizza la sua massima opera, la cosiddetta “camera degli sposi”, una decorazione estremamente raffinata elaborata per la camera da letto di Ludovico II, Marchese Gonzaga. Allestita l’impalcatura nel 1465, l’opera fu completata definitivamente nel 1465. La grande novità è rappresentata dallo sfondamento illusionistico delle pareti attuato tramite l’impiego della prospettiva, dando l’impressione di trovarsi in uno spazio aperto di un loggiato.
Andrea scompartisce le pareti con una finta architettura costituita da paraste poggianti su un basamento. Per quanto riguarda il valore espressivo e simbolico, è molto probabile che l’opera contenga un deciso contenuto celebrativo, narrando l’elezione a cardinale di Francesco Gonzaga, secondogenito di Ludovico, nel 1461.
Hai bisogno di aiuto in Dal Rinascimento al Romanticismo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email