blakman di blakman
VIP 9176 punti

Medardo Rosso - L'età dell'oro


In L’età dell’oro, Medardo Rosso raffigurò la moglie mentre sta dando un bacio al figlioletto. L’artista ha messo l’accento sulla tensione emotiva del rapporto madre-figlio, i cui volti sono intimamente uniti, fermati in un momento di spontanea tenerezza. Al contrario, poca attenzione è riservata alla descrizione fisica dei tratti dei volti e del braccio della madre, di cui si evidenzia appena il dito sulla guancia del bimbo. L’irregolarità delle superfici, le impronte della lavorazione, gli interventi decisi con la spatola o direttamente con le mani danno l’aspetto di non finito, alla maniera dei bozzetti. L’età dell’oro non è una scultura a tutto tondo, bensì un altorilievo che esclude la possibilità di punti di vista molteplici, stabilendone uno unico. Non si è portati perciò a girare intorno all’opera e anche per questo il retro della scultura è un puro ammasso di materia di riempimento che non ha nulla a che fare con il tipo di modellato adottato nella parte frontale. Secondo l’artista una scultura non è fatta per essere toccata, ma per essere osservata da una certa distanza: solo in tal modo è possibile coglierne l’impressione e il significato più intimo.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email