Erectus 967 punti

Les Demoiselles di Avignon

L’opera inaugura la stagione cubista dell’artista e fu realizzata dopo numerose rielaborazioni che hanno permesso all’artista di sperimentare le idee elaborate. Il quadro non ha un risultato definitivo poiché Picasso ha smesso di lavorarci e lo ha abbandonato suscitando la curiosità di molti, infatti il titolo fu attribuito da un suo amico.
Il soggetto dell’opera è una casa d’appuntamento in cui sono presenti cinque donne; originariamente il quadro doveva rappresentare anche due uomini, scomparsi però durante le numerose modifiche apportate. L’analogia più evidente si ha con i quadri di nudo di Cezanne, Renoir, Degas, Toulouse – Lautrec. Le due donne centrali sono diverse dalle donne poste ai lati, la cui modellazione del volto ricorda le sculture africane che in quel periodo stavano avendo molta popolarità tra gli artisti. La grande novità è l’annullamento di differenza tra pieni e vuoti. L’immagine è composta da piani solidi intersecati secondo diverse angolazioni. Queste sono frutto di una visione parziale per cui la separazione tra i vari corpi viene annullata. Le figure, costruite secondo il criterio di visione simultanea, hanno un aspetto inconsueto ed ignorano qualsiasi legge anatomica. Infatti su un volto frontale vi è un naso di profilo, oppure nella donna in basso a destra la testa è ruotata verso lo spettatore ma il corpo è di schiene e per questo richiama l’arte egiziana. Inoltre la rappresentazione del nudo femminile mostra la volontà dell’artista di operare all’interno della tradizione pittorica e di misurarsi con essa. Seguendo i principi del cubismo la rappresentazione tiene conto non solo di ciò che si vede in un istante, ma dell’intera percezione e conoscenza che ha l’artista del soggetto.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email