Ominide 445 punti

Joseph Maria Olbrich – Palazzo della Secessione (Vienna)

Il Palazzo della Secessione viene costruito tra il 1898 e il 1899 a Vienna ed è progettato da Olbrich. Esso costituisce uno spazio espositivo e, per questo, l’interno non presenta muri o altri elementi fissi e dunque può essere modificato in base alle esigenze. Di pianta quadrata, l’edificio è, all’esterno, estremamente rigoroso, contrariamente alle architetture eclettiche del tempo. Le pareti sono bianche, lisce e quasi disadorne, ad eccezione del decoro floreale sopra il portone principale, le tre teste di donne che rappresentano pittura, scultura e architettura e il motto dei secessionisti: Ad ogni tempo la sua arte, all’arte la libertà; le finestre si aprono con tagli netti e non prevedono imposte né cornici. L’ampia cupola in rame traforata a motivi floreali e rilucente di lamine d’oro, contrasta vivacemente con il resto dell’edificio.

All’interno si trova il famoso Fregio di Beethoven di Klimt. In esso, Klimt rievoca la Nona Sinfonia di Beethoven e l’interpretazione offerta da Richard Wagner. In particolare, rappresenta la lotta dell'anima per raggiungere la gioia contro l'oppressione delle forza ostili che si contrappongono tra noi e la felicità. Le tre figure deperite rappresentano l’umanità debole e sofferente, che rivolge la preghiera all’uomo forte e orgoglioso, simbolo della forza impulsiva esteriore, affiancato dalla compassione e dall’orgoglio, forze impulsive interiori, che lo spingono ad intraprendere la lotta per la felicità. Il particolare delle forze ostili mostra le tre gorgoni, che rappresentano malattia, follia e morte; il gigante Tifeo, orrenda scimmia, con coda di serpente e ali, avversario degli Dei; altre figure rappresentanti l’erotismo e l’invidia. Alla fine del fregio troviamo l’uomo senza abiti; nonostante la sua forza fisica, sono le braccia della donna a costringere i suoi movimenti: l’abbraccio equivale ad un ritorno alle origini, quando la donna era la vera vincitrice.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email