Eliminato 32 punti

Edvard Munch: L'urlo (autoritratto)

Con questo dipinto, il pittore norvegese Edvard Munch ci esprime i suoi sentimenti e quella di tutta la popolazione. Questo quadro rappresenta la visione pessimistica della vita. In tutte le sue opere anche i titoli sono deprimenti come ''Angoscia'',''Disperazione'' e lo stesso ''Urlo''e i quadri raffigurano sempre le zone scandinave come Oslo, Norvegia, Stoccolma, ecc... I quali gli stessi abitanti hanno paura del luogo in cui vivono perché sono frequenti le catastrofi naturali, quali terremoti e valanghe che possono causare la morte stessa dell'uomo. Nel quadro principale, ''L'urlo'' ci troviamo nel 1893 a Oslo. La figura del protagonista è in basso leggermente, il punto di fuga è la bocca che forma un ovale. Troviamo una linea diagonale che divide diagonalmente la tela, ovvero la staccionata in legno. Il pittore descrive il senso di angoscia che provava, infatti nel quadro è raffigurato lui stesso quindi diciamo che è un autoritratto. Il paesaggio è diviso in due: il cielo in alto è infuocato e prevalgono i colori rosso, arancione e giallo che danno la sensazione di un cielo di sangue mentre l'altra parte in basso è blu e nero che rappresentano i fiordi norvegesi. Troviamo altre figure nel quadro, due amici omonimi in alto a sinistra. Tutto ciò, tutto questo senso di morte e malattia che il pittore raffigura spesso perché egli stesso assistette la madre mentre moriva di tubercolosi, quando Edvard Munch era ancora piccolo. Munch ritiene che la vita è un lungo percorso difficile da seguire e la strada nel quadro rappresenta la vita.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email