blakman di blakman
VIP 9176 punti

Morlotti, Ennio - Paesaggio con figure

L'arte di Ennio Morlotti si mosse sul doppio binario dell'impegno sociale e della ricerca linguistica. Aderendo prima al movimento di Corrente e poi al Fronte nuovo delle arti, Morlotti approntò negli anni uno stile del tutto personale, piegando il proprio innato amore per la fisicità della materia pittorica in direzione delle più aggiornate tendenze dell'Informale europeo. Morlotti si dedicò soprattutto alla pittura della natura. Fin dall'inizio degli anni cinquanta nei suoi paesaggi la forma risulta intaccata dal potere della luce e da un impasto di colori che mira alla resa atmosferica più che alla descrizione della realtà e allo sviluppo di un racconto. In Paesaggio con figure risulta evidente come il motivo naturale funzioni soprattutto da spunto per una ricerca più profonda sul dialogo intimo fra uomo e creato, dove quest'ultimo sembra dilagare a macchia d'olio, suggerendo lo stato di una natura primordiale che tutto abbraccia e inghiotte. Qui, come nelle opere successive di medesimo soggetto, Morlotti ragiona proprio sul valore e la forza della materia, stesa istintivamente sulla superficie, strato su strato, come a voler ricreare sulla tela un microcosmo vegetale, vitale e pulsante: è come se la materia della pittura fosse materia organica e sottratta alla natura. Per quanto stesa di getto, la composizione segue uno schema di base preordinato, che non lascia spazio alle manifestazioni di pulsioni inconsce, ma rappresenta la trascrizione precisa di un sentimento panico, cioè di fusione nella natura.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email