blakman di blakman
VIP 9176 punti

Marino Marini - Cavaliere


Nel 1934, durante un viaggio in Germania, Marini visitò il Duomo di Bamberga, restando impressionato in particolare dal celebre monumento equestre noto come "Cavaliere di Bamberga". Il Cavaliere dei Musei Vaticani, del 1953, ne rappresenta una variante di notevole originalità. Molto stilizzata, realizzata in gesso e caratterizzata dalla presenza di segni di colore scuro, l'opera è in esatta antitesi rispetto al retorico messaggio tipico del monumento equestre, ostentazione dell'eroe fiero che, montando con forza a cavallo, mostra di avere il dominio sulla natura e sugli uomini. Quello di Marini non è un cavaliere di "potere", ma un cavaliere di "ricerca": in bilico sul dorso del cavallo, si allunga per cercare un punto di equilibrio che gli permetta di armonizzarsi on l'animale. Sia il cavallo sia il cavaliere sono in tensione, entrambi con testa e membra spinte verso l'alto, la torsione dei loro corpi viene sottolineata dal colore, steso in spessi segni neri. Questa opere spicca per la capacità che l'artista dimostra di tradurre il soggetto classico in spirito e tecnica moderni.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email