Video appunto: Manet, Edouard - Chez père Lathuille

Chez père Lathuille



Questa tela su olio è stata dipinta da Manet nel 1879 ed è esposta al Musée des Beaux-Arts di Tournai.
In essa l’artista raggiunge un perfetto equilibrio fra la classicità delle prime opere e la tecnica impressionista. La scena è stata interamente dipinta en plein air e conserva tutta la freschezza di un momento di vita vissuta.
In origine, Manet voleva rappresentare una coppia di giovani innamorati, ma la modella femminile che già aveva posato per L’absinthe di Degas, non si rese disponibile a causa dei numerosi impegni per cui egli dovette sostituirla con una donna decisamente più anziana, Judith French. Di conseguenza, Manet decise di modificare il tono della rappresentazione e, quindi, dipingere il tentativo di approccio di un giovanotto con una signora molto più avanti negli anni e probabilmente ricca. Comunque si tratta di una situazione molto frequente nella Parigi di fine Ottocento. In disparte, sul lato destro, il cameriere attende l’ordinazione ed osserva la scena con discrezione, senza voler disturbare.

Si tratta di una situazione che veniva dipinta spesso dagli artisti, generalmente con uno scopo moraleggiante da cui, però, non era escluso un verto voyeurismo. L’argomento era quindi piuttosto spinoso, ma Manet lo affronta limitandosi ad osservare realisticamente, anche se con una punta di ironia. Il pubblico associò la tela ad un rapporto amoroso, molto discusso in quegli anni, fra la regina dei salotti parigini, Marie Colombier, e lo scrittore Bonnetain di vent’anni più giovane. Entrambi seduti ad un tavolo apparecchiato, la donna porta un abito di fattura classica, molto elegante. Il collo è avvolto da una sciarpa bianca e porta un cappello nero, dello stesso colore dei guanti di pizzo. Il suo abbigliamento ci dà informazione sulla storia della dell’epoca. Il giovane con una giacca beige ed un foulard annodato al collo, è tutto preso di ammirazione ed allunga un braccio sullo schienale della sedia dov’è seduta la donna. L’ambientazione è lussuosa, ricca di piante verdi e fiorite. Si tratta di un noto ristorante del quartiere parigino di Batignolle, molto frequentato dai pittori impressionisti. La scelta cromatica casuale ed è associata alla psicologia dei due protagonisti. La donna, che è più vecchia, è composta, un po’ rigida, quasi reticente, con la schiena staccata dalla sedia. Invece il giovanotto che forse si è fatto crescere le basette e i baffi per apparire più adulto, è più spontaneo ed espansivo. Si piega verso la donna, la guarda negli occhi, allunga in modo familiare la mano sinistra mentre con la destra tiene un bicchiere il cui contenuto allo stesso colore della sua giacca. La scelta dei colori si associa con la psicologia della coppia: il nero per la donna che vuole mantenere le distanze e quindi salvare le apparenze, un colore solare per l’uomo, intraprendente ed espansivo.