blakman di blakman
VIP 9176 punti

Emilio Longoni, L'oratore dello sciopero

Presentato alla Triennale di Brera del 1891, L'Oratore dello Sciopero di Emilio Longoni è un manifesto della forte vocazione sociale condivisa da molti artisti italiani attivi a fine Ottocento. Lo sguardo di Longoni si caratterizza per il chiaro intento populistico: schierato apertamente dalla parte dei lavoratori, l'artista si fa ambasciatore delle loro proteste. L'orizzonte si è spostato dalla campagna alla città; ai campi aperti si sono sostituite le periferie dagli imponenti casermoni in costruzione e, per le strade, folle di operai si accalcano, marciano per la difesa dei propri diritti, improvvisano comizi e si riconoscono nella figura di un leader che parla dall'alto da una palizzata. Per la prima volta compare nell'arte un manifestazione operaia, dando l'avvio a un nuovo tema iconografico: quello della protesta dei lavoratori, concepiti come una vera e propria classe sociale. Esso troverà poi la propria apoteosi nel Il Quarto Stato di Pellizza da Volpedo. L'Oratore dello Sciopero nasce dall'intento programmatico dell'artista di fare "arte per l'umanità".

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Calendario Scolastico 2017/2018: date, esami, vacanze