blakman di blakman
VIP 9176 punti

Oskar Kokoschka - Alice nel paese delle meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie, dipinto nel 1941, si presenta come un'elaborazione in chiave allegorico-visionaria di una città sottoposta a bombardamento. Su uno sfondo di edifici incendiati e persone in fuga, l'artista pone in primo piano "strani" personaggi: da sinistra a destra, una donna con un elegante cappellino che tiene fra le braccia un bimbo, il cui volto è coperto da una maschera antigas; tre uomini in abiti borghesi che, con la testa coperta dall'elmetto, si coprono rispettivamente gli occhi, la bocca e le orecchie; infine un'insolita Eva che, con il simbolo della Croce Rossa sul braccio, circondata di filo spinato, punta il dito verso lo spettatore. L'accostamento degli eccentrici personaggi, e in particolare l'inserimento delle figure dei tre borghesi, ha un significato simbolico il cui messaggio appare chiaro: poiché nessuno vede, sente o parla, la guerra continua a mietere vittime. Eva sembra chiederne ragione allo spettatore che viene colpito dalla scena anche per l'esasperato cromatismo dell'opera, dai toni accesi e contrastanti.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Come fare una tesina: esempio di tesina di Maturità