Gustav Klimt


••• La vita
•• Klimt è la personalità più alta della pittura art nouveau (in Italia: Stile Liberty). Nasce a Vienna secondo di sette fratelli. Il padre è orafo e la madre è appassionata di musica. Frequenta una comune scuola di arte e fonda insieme con il fratello e con un amico un nucleo artistico. Gustave Klimt ottiene fama immediata ed è il promotore della Secessione viennese. Muore di ictus cerebrale che lo aveva semiparalizzato.

••• Danae (1908)
•• Riprende un tema trattato più volte dai pittori nel corso dei secoli. Il grande corpo della ragazza si chiude in una spirale ellittica inscritta nel perimetro quadrato e quasi rettangolare dell’opera; anzi, il corpo di Danae pare addirittura deformarsi per adattarsi al formato della tela. Danae abbandonata nel sonno è nuda e una grande massa di capelli rossi le incornicia testa e spalle. Il busto è appena sfiorato da un velo viola a disegni circolari. Le cosce sono grandi e sproporzionate, ma, insieme con le labbra carnose e i capelli ramati, tendono a sottolineare il gusto erotico del dipinto. Le gambe sono avvicinate al ventre, mentre il flusso di una fitta pioggia dorata scivola su di lei portando nuova vita (è la metamorfosi di Zeus). Il dipinto è dunque fitto di significati mitici e simbolici, un tipico nelle opere di Klimt.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email