blakman di blakman
VIP 9176 punti

Vasilij Kandinskij - Primo acquarello astratto


L'opera nota come Primo acquerello astratto, che Kandinskij scelse di lasciare priva di titolo per evitare qualsiasi riferimento a un soggetto reale, ha un'importanza fondamentale per la storia dell'arte, in quanto si tratta della prima immagine assolutamente non figurativa della pittura occidentale. L'opera appare come una composizione giocosa, eseguita di getto senza un disegno né uno schema compositivo, in quanto rispondente all'esigenza di fissare,liberamente e senza mediazioni,una suggestione sulla carta. L'immagine è caratterizzata da diverse macchie colorate e leggere come velature: alcune di esse, più espanse e trasparenti e situate soprattutto nella parte alta del foglio, sembrano introdurre sulla superficie bianca della carta un senso di profondità fluttuante e vagamente stratificata; altre, più piccole, come quelle al centro e a sinistra, appaiono più ristrette e di colore più intenso.

Nelle macchie più scure predominano il rosso e il blu, colori che evidentemente l'artista sentiva in rapporto tra loro, perché li ha presentati sempre accostati: il rosso, tinta calda, ha la tendenza a espandersi, il blu, tinta fredda, a contrarsi. Oltre alle macchie vi sono pennellate di varia forme, lineari e a tocchi brevi, e segni filiformi a china e matita. Questi segni, in alcuni casi, appaiono come indicatori di possibili movimenti e tracciati che suggeriscono la direzione e il ritmo delle macchie vaganti sulla carta, mettendo in moto l'intera composizione; in altri casi invece si limitano a contornare le macchie, avendo quasi l'intenzione di definire con un confine la loro espansione.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove