Ominide 341 punti

Espressionismo


L’espressionismo è una tendenza dell’avanguardia artistica del ‘900, che si colloca tra il 1905 e il 1925 nell’Europa centro-settentrionale e soprattutto in Germania.
L’Espressionismo tedesco è estremamente eterogeneo, e si manifesta in pittura, in architettura, in letteratura, nel teatro e nel cinema.

Impressionismo: moto dall'esterno verso l'interno
Espressionismo: moto dall'interno verso l'esterno, dall’anima dell’artista direttamente nella realtà. Esprimere, dal latino ex+prèmere, portare alla luce, spostare qualcosa fuori da sé, azione simbolica di moto da luogo, da noi verso gli altri.

L'espressionismo è proiezione immediata di stati d'animo soggettivi -> è ricco però di riferimenti sociali e di spunti di riflessione sull'attualità.

Contesto storico e temi

La realtà tedesca dei primi anni del ‘900 è una realtà di:
- guerra
- contraddizioni politiche
- perdita dei valori ideali
- aspra lotta di classe
-> sono tutti temi cari agli espressionisti

Il realismo di Courbet aveva cercato di ridimensionare o abolire la soggettività dell'artista -> al contrario, l'espressionismo tende a togliere al mondo ogni sua realtà oggettiva per trasferirla nella sfera del personale.

Stile

- Colori violenti
- Forme sommarie
- No artifici illusori della prospettiva e del chiaroscuro
- Forme e colori perderanno ogni equilibrio (cieli rossi, uomini scheletrici, senso di morte)

Esponenti principali dell'Espressionismo

Munch
Schiele
Kokoschka
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email