Ominide 40 punti

Espressionismo


-l'Espressionismo, rifiuta il concetto di una pittura tesa al piacere del senso della vista, spostando la visione dall’occhio all’interiorità più profonda dell’animo umano.
-Il termine espressionismo nasce infatti in netta contrapposizione all’Impressionismo.
-L’artista è caratterizzato da un senso di inquietudine ed angoscia ( dovute a variabili fattori, per esempio in Munch motivi familiari legati all’infanzia) che si riflette nei suoi quadri.
-L’intimità dell’artista, della persona, esce all’esterno attraverso l’opera: emergono paura e terrore, angoscia per il futuro.
-Contesto della Belle Epoque, di grande raffinatezza nella quale i ricchi non si accorgono della Grande Guerra imminente, al contrario dell’artista. (sensibilità)
-I quadri denunciano una situazione di grande incertezza e sfiducia del mondo.
-Caratteristiche:
Rifiuto accademismo, a favore di linguaggi espressivi.
- Recuperano l’espressività di chi non è condizionato da motivazioni psicologiche e sociali:

I Bambini


Immagini forti: Persone brutte, quasi mostruose che anticipano il futuro.

Edvard Munch


‘’Malattia e pazzia furono gli angeli custodi della mia culla’’.
-La sua vita fu segnata da eventi tragici: dal senso di morte. (la madre muore di tubercolosi, così come la sorella maggiore, il padre morì quando egli aveva appena 18 anni)
-Non volle mai costruirsi una famiglia, sostenendo che non avrebbe voluto passare ai figli la tendenza familiare alla malattia.
-Esempio lampante dell’espressionismo drammatico. (opposto ai fauves)
-Ha segnato il modo di fare arte e trasmettere al mondo le proprie angosce.
Cercò di descrivere le proprie emozioni in modo da generalizzarle, adattandole alla vita interiore di qualsiasi uomo.
-Contesto: Belle epoque, liberty.

Opere


La bambina malata


-Presenta una ragazza e forse la madre.
-Il dolore che scaturisce dal dipinto è dovuto di una delle esperienze tragiche che ha segnato la vita di Munch: morte della sorella.
-L’artista è riuscito a rendere l’aria pesante, acre della stanza, intrisa dell’angoscia della morte che visibilmente affiora dal corpo pallido ed esangue della malata.
-Effetto amplificato anche dalle finestre chiuse.
-La ragazza sembra aver accettato l’idea di morte.
-Colore: Grigio, pesante: non è un colore sereno ma graffiato con spatole e coltelli.
-La pennellata è ruvida. (come in cezanne)

Sera sul viale


-Rappresenta una situazione comune attuale per Munch.
-Figure vestite di nero con facce bianche come cadaveri che fluttuano come zombi inarrestabili verso lo spettatore
- La folla di persone è una sorta di corteo rappresentativo della società borghese, uomini col cilindro e donne con eleganti cappellini, tutti con gli occhi sbarrati e i visi informi e contratti in una fissità inquietante, personaggi ridotti a maschere, prigionieri di norme e convenzioni.
-sulla destra procede silenzioso e si contrappone una figura solitaria e scura che cammina dando le spalle in senso opposto, controcorrente, allontanandosi. Quella figura metaforicamente incarna l’artista che si sottrae al controllo sociale e non chiede consensi né alla classe dominante, né alla massa; si allontana da una folla rumorosa, il cui trambusto è troppo per l'anima sensibile di un artista. Esprime il desiderio di un forte cambiamento politico.
-Il Palazzo verso cui la strada si prospetta è lo Stortinget, il Parlamento che, in quanto luogo dove vengono emanate le leggi e stabilite le regole sociali, domina la scena e simbolicamente è posto a vigilare con le sue finestre/occhi dall’abbagliante luce gialla e bianca, sul rispetto dei valori borghesi.
-Il quadro esprime l’idea di un mondo disperato evidenziando che però c’è sempre qualcuno che non si vuole adeguare.

Adolescenza


-Rappresenta il passaggio cruciale, di cambiamenti fisici e psicologici: passaggio di disagio.
-La ragazza appare spaventata dalla paura di entrare nel mondo dei grandi.
-E’ ancora bambina nel busto ma donna nei fianchi.
-Copre il ventre nudo con le braccia. (primo ciclo)
-La paura della ragazza si riflesse nella sua stessa ombra dietro di lei: rappresenta ciò che ha vissuto e ciò che l’aspetta.

Urlo


-A prima vista emerge l’affinità della sinuosità liberty: là leziosa, qua drammatica, sottolinea l’andamento complessivo del creato. (i fiordi, il cielo, la natura)
-Un labirinto fatto di linee ondulate.
-Gli elementi della natura si muovono, sono scossi da quel grido, ne vengono attraversati come da onde sonore; accolgono quel grido, ne risuonano, lo amplificano, lo restituiscono con tale forza che il protagonista è costretto a difendersi portando le mani alle orecchie.
-Evidenzia come l’uomo sia una molecola che si adatta in maniera drammatica all’universo.
l’uomo è quasi una larva.
-Tutto è sconvolto, i colori sono esagerati, esasperati, il contrasto cromatico è talmente forte da colpire lo spettatore.
-Ne emerge un tramonto inquietante.
-Le due persone sullo sfondo non si sa chi sono.
«Camminavo lungo la strada con due amici, quando il sole tramontò. I cieli diventarono improvvisamente rosso sangue e percepii un brivido di tristezza. Un dolore lancinante al petto. Mi fermai, mi appoggiai al parapetto, in preda a una stanchezza mortale. Lingue di fiamma come fiamme coprivano il fiordo neroblu e la città. I miei amici continuarono a camminare e io fui lasciato tremante di paura. E sentii un immenso urlo infinito attraversare la natura».
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
×
Registrati via email