Video appunto: Dadaismo - Caratteri principali

Dadaismo



Dove



Il dadaismo nasce a Zurigo nell'ambiente anticonformista del Cabaret Voltaire, un locale aperto ad artisti e letterati contrari alla guerra e ai valori della borghesia. In seguito si diffonde a New York grazie a Stieglitz facendo conoscere grazie all'Armory Show le principali avanguardie.
Esso si diffonderà poi anche in Europa, seppur con declinazioni differenti, e soprattutto in Germania, grazie al suo linguaggio provocatorio un ottimo mezzo comunicativo e di propaganda.

Quando



Nel 1918 ossia l'anno in cui si presentò al pubblico con un manifesto in cui ne veniva descritta la nascita e il modo di porsi degli artisti di fronte all'arte.

Il nome



Il termine Dada non significa niente ed è quindi una sorta di bisillabo infantile scelto dai fondatori in quanto esprime il punto di partenza del movimento, ossia il nulla.

Lo scopo



Esprimere l'insensatezza della guerra e scuotere il pubblico borghese tramite un linguaggio provocatorio in quanto movimento antiartistico e antiestetico deciso a negare i fondamenti dell'arte.

Il linguaggio artistico



Fanno tabula rasa del concetto di mimesis e di bellezza cosicché possa prevalere la soggettività e la spontaneità dell'artista e che l'opera d'arte abbia senso per sé stessa e nel gesto creativo compiuto. Questo azzeramento era necessario per costruire un linguaggio artistico completamente nuovo e inedito, basato sull'eliminazione degli approci tradizionali all'arte sostituendoli con strategie comunicative completamente nuove quali l'accostamento di elementi incongrui, l'annullamento della gerarchia fra generi e nuove tecniche come il ready-made, il fotomontaggio e il collage.

I principali esponenti



Tzara, Janco, Arp.

I protagonisti del Dada a New York



Duchamp (ready-made), Picabia (forme meccaniche), Ray (nuove tecniche di impressione della pellicola).

I protagonisti in Germania.
Hausmann.