Questo appunto contiene un allegato
Cubismo - Tre periodi scaricato 0 volte

Cubismo


Nasce in Francia, si ha una sintesi plastica delle forme, moltiplicazione dei punti di vista, frantumazione oggetto per compenetrazione di piani e linee. Dissolvimento della rappresentazione, molteplici forme del visibile. Oggetto non solo intuito ma compreso nella sua essenza, non come appare ma come la mente lo percepisce, alla realtà vista si sostituisce la realtà pensata e la realtà creata, conoscenza relativa e mutevole. Einstein, Planck e Langevin (disintegrano il concetto di massa assoluto). La filosofia di Bergson: in discussione l’omogeneità del tempo vissuto. Dimensione temporale attraverso il movimento. Tempo come continuo. Mancano di manifesti scritti, raggruppamenti di artisti, ideologia comune. I cubisti sono uniti da una comune finalità estetica. Quindi non influenzeranno la sensibilità del pubblico attraverso ideologia ma attraverso uno proprio linguaggio, uno stile.
È importante sottolineare il fatto che se il cubismo non è nato come vera e propria avanguardia, col passare del tempo lo è diventata, il linguaggio è stato fondamentale perché esso dipende da una scelta ideologica, nuovo modo di vedere il reale in contrasto con la convinzione accademica.
Nel 1911 si ha la prima mostra al Salon des Independandts. Il cubismo è divisibile in tre periodi principali e uno che lo anticipa.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email