Biografia

Camille Corot nacque a Parigi: è figlio di un ebreo, il quale sogna per lui una carriera nel commercio. Corot ricevette dal padre una rendita. Durante la vita si dedicò ai viaggi: compì almeno tre gran tour. Andò in Italia dove si dedicò inizialmente alla pittura come passatempo (aveva circa 25 anni). I primi dipinti riguardano i viaggi. Il fatto di non aver avuto una formazione accademica lo aiutò.

La città di Volterra

L'opera venne realizzata nel 1834 durante il secondo viaggio italiano: Corot la realizza come uno studio da tradurre. Si rese conto della loro effettiva più efficace, in quanto dipinti dopo essere stati studiati. Il dipinto del paesaggio dal vero prende le mosse da Corot: è raffigurato per masse di colore. Questi ultimi sulla tela vengono mescolati.

La cattedrale di Chartres

L'opera risale al 1829: si tratta di un monumento grande, ricco di decorazioni, ma che sul dipinto di Corot non viene assolutamente mostrato. In primo piano mette un montarozzo di materiale edile (probabilmente sabbia), con dei blocchi squadrati, il quale copre quasi la cattedrale. L'artista ci mette nelle condizioni di un mandante qualunque. Non bisogna fare una gerarchia di ciò che si vede.

Il colosseo visto dai giardini Farnese

L'opera risale al 1826. Il panorama viene visto dall'alto. Il colosseo si vede da un angolazione che non fa capire la movimentazione; il punto di vista è casuale. La vanità consiste nel fatto che mostra il colosseo come lo avrebbe visto un visitatore in un momento qualsiasi.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email