Ominide 1075 punti

È un post impressionista. Nasce ad Aix-en-Provence da una famiglia molto ricca; il padre è un banchiere. Da ragazzo frequenta il liceo insieme a Zola. Durante il periodo del liceo Zola disegnava benissimo e Cezanne scriveva poesie. Zola va a Parigi e nasce un rapporto epistolare tra i due. Cezanne si avvicina alla pittura. Il padre vuole che studi giurisprudenza e i due arrivano ad un confronto molto ostile; alla fine il figlio vince e viene mandato a Parigi, dove non passa l’esame di arte. Riprova l’esame di storia tradizionale e non lo passa di nuovo. Passa alla scuola delle arti svizzera, più aperta. La fortuna di Cezanne arriva alla fine della sua vita. Anche se partecipa alla prima mostra dell’impressionismo, è il meno impressionista di tutti; ha uno stile piuttosto personale. Si ritira in una vita solitaria, in cui diversi artisti lo andranno a trovare in pellegrinaggio in Provenza. Ad un certo punto Zola scrive un libro chiamato “L’opera”, dove scrive di un pittore nell’impressionismo che non trova successo e si suicida. Cezanne si sente chiamato in causa e spezza la sua amicizia con Zola. Successivamente la sua arte inizia a piacere; due anni prima della sua morte vengono fatte 2 mostre a Parigi dedicate alle sue opere. Queste verranno viste da Picasso, che ne rimarrà molto colpito.

Cezanne muore per una polmonite presa durante un temporale mentre dipingeva all’aperto.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email