blakman di blakman
VIP 9176 punti

Alberto Burri - Sacco

I celebri Sacchi di Burri sono opere composite, nelle quali la materia pittorica dialoga con le vecchie tele di juta, rattoppate o bucate e cucite insieme nei modi più disparati. Le composizioni presentano ritmi ogni volta differenti, determinati dal diverso tipo di colore dei tessuti, dalle irregolarità della loro trama, dal disegno secondo il quale sono combinati tra loro. Realizzato a partire dal 1952, il ciclo dei Sacchi è l'esito di una ricerca quasi ossessiva sulle potenzialità della materia e sulla possibilità dell'arte di nobilitare materiali umili, conferendo loro anche una valenza metaforica.
Le lacerazioni e le sdruciture dei tessuti evocano in quest'ottica riflessioni di matrice esistenziale di grande attualità nel mondo uscito dal secondo conflitto mondiale. A tale proposito va ricordato che lo stesso Burri aveva iniziato la propria attività artistica in un momento di sofferenza, quando, nel 1943, era prigioniero di guerra in Texas. I Sacchi rivelano l'interesse di Burri per i valori espressivi della materia, con ferite, solchi e strappi che richiamano i concetti di sofferenza, di memoria e del trascorrere del tempo.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email
Consigliato per te
Maturità 2018: date, orario e guida alle prove