blakman di blakman
VIP 9176 punti

Francis Bacon - Autoritratto

Paralizzati nello spazio e nel tempo, i personaggi di Bacon sembrano non sapere chi siano e che abbiano perso la propria identità. Quando si guardano allo specchio non si riconoscono più. Sono figure che cambiano i connotati del proprio volto, schiacciati da smorfie di dolore e sofferenza; ferme in posizioni contorte e cariche di tensione, sono il simbolo attualissimo dell'uomo che non sa e non può comunicare con se stesso e con gli altri. Non portano maschere, non mentono, non si nascondono, ma sono egualmente irriconoscibili, perché il loro corpo è stirato, schiacciato, dilatato, deformato dall'angoscia esistenziale: è una maschera di sé stesso che rispecchia la solitudine dello spirito, acuita dal ricorrere di ambientazioni vuote e immerse nell'ombra. Ispirati alle torsioni dei volti delle Demoiselles d'Avignon, i ritratti e soprattutto gli autoritratti di Bacon, come questo dipinto del 1956, celano nella decomposizione formale lo stato di lacerazione dell'anima moderna e una riflessione sulle contraddizioni e sulle fragilità dell'esistenza umana.

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email