Ominide 1062 punti

Trasformazioni nell'arte del XX secolo

Il 1900 è un periodo in cui ci sono i movimenti sindacali; importante è Freud, con l’interpretazione dei sogni. A fine ‘800 c’è una crisi di depressione a livello economico. Nel 1900 c’è l’interpretazione dei sogni di Freud e le teorie di Einstein. C’è il suffragio universale maschile, che influenza i partiti di massa, che portano a nazionalismo e colonialismo; tutte questioni che porteranno alla prima guerra mondiale. Importante è Henri Bergson che, contro il razionalismo positivista, pone l’accento sull’intuizione come modalità conoscitiva. Di matrice antipositivista è anche il concetto di tempo da lui elaborato, secondo cui il passato subisce il presente, creando una dimensione nuova. I momenti vengono considerati tutti uguali, mentre la realtà è individuale; questa è la scoperta filosofica che influenza molto l’arte; si pone l’accento sul tempo sì scientifico, ma che cambia a seconda di come passa il tempo. Dietro queste trasformazioni psicologiche si situano i movimenti delle avanguardie; in senso militare l’avanguardia sono quelli che stanno avanti. I movimenti artistici da inizio ‘900 fino alla seconda guerra mondiale si chiamano avanguardie, in quanto sono quelle che dovrebbero andare avanti a scoprire. Ci sono vari movimenti che esistono: espressionismo (che si divide in francese e tedesco), cubismo, astrattismo, futurismo, dadaismo e surrealismo.
Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Registrati via email