Ominide 438 punti

Art Nouveau

Siamo attorno agli ultimi decenni del 1800 e c'è un grande sviluppo industriale, un benessere generale tra le persone, la Belle Epoque imperversa. Questo è anche il periodo delle colonizzazioni. Il benessere però è apparente in quanto non tutti i ceti sociali stavano bene. Da una parte l'alta borghesia che si permetteva lussi, dall'altra il proletariato, la classe sociale nascente la quale non gode di privilegi. La nuova industrializzazione toglie lavoro all'artigianato il quale era il motore di tutto. Comincia quindi la produzione di massa, in serie e i prezzi si abbassano.
In città c'è un sovrappopolamento ed è uno scenario brutto. L'operaio è l'elemento debole il quale acquista i prodotti in serie. Nel 1851 avviene a Londra la grande esposizione universale dove vengono esposti i nuovi prodotti delle fabbriche e quelli più costosi. Il compito dell'arte in questo periodo è ridare qualità e pregio al lavoro industriale.

Morris William voleva ridare valore alle arti applicate che con la produzione in serie andavano via via decadendo.
Morris conosce un pittore inglese, Burne Jones il quale si occupa di decorazioni ed entrando in contatto con lui lo porta a concepire l'oggetto in modo diverso, come oggetto decorativo. Fa nascere nel 1861 la ditta Morris William, Marshall, Faulkner e Co. la quale vuole far riacquistare al lavoro operaio quella qualità, quel sentimento nell'oggetto che era stato eliminato con la produzione in serie, creando vetrate, carte da parati, tessuti, tappezzerie e tende.
Voleva unire il piacere creativo dell'artigianato con il lavoro industriale. La ditta voleva essere competitiva con le industrie, quindi avere prezzi non altissimi. Voleva produrre oggetti che potevano essere acquistati anche dai ceti meno abbienti. Però non riuscì nell'impresa e allora nel 1888 fonda un'altra ditta "Arts and Krafts Exhibition Society" , la quale per la prima volta produsse oggetti di buona qualità e a prezzi convenienti anche per gli operai.

L'Art Nouveau è il movimento che prende il quotidiano dell'uomo, mete in moto l'industria del bello con l'uso delle macchine.
Si espande in tutta Europa prendendo nomi diversi a seconda del paese:
-Francia: Art Nouveau.
-Inghilterra: Modern Style.
-Italia: Stile liberty o floreale.
-Germania: Jugend Stjll.
-Austria: Secessione.
-Belgio: Stile Horta.
-Spagna: Arte Joven o modernismo.

Hanno in comune una linea decorativa floreale, curva e sinuosa. Tra i principali artisti ricordiamo Antoni Gaudì, architetto che tratta l'architettura come se fosse plastica, si ispira all'arte gotica (tipo sagrada familia). Victor Horta (casa Tassel dove viene usato il colpo di frusta), Henri Van De Velde (Progetti di vari mobili), Hector Guimard (entrate delle metrò-stile metrò), Joseph Hoffmann (Palazzo Stoklet).

Hai bisogno di aiuto in Arte moderna e contemporanea?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email