Ominide 12 punti
Questo appunto contiene un allegato
Giotto - Compianto Cristo Morto scaricato 0 volte

Il Compianto sul Cristo morto


Il "Compianto sul Cristo morto" è un affresco appartenente alla Cappella degli Scrovegni (Padova) datato 1303-05 e di dimensioni 200 x 185 cm.
Gli affreschi nella Cappella appresentano gli episodi della vita di Gesù da quando Maria è piccola.
Giotto qui agisce per 3 piani visivi (personaggi, sfondo e cielo) ma notiamo che essendo lui più adulto ha maggiore fiducia in se stesso. Osserviamo infatti che:
- il colore è più compatto e steso meglio
- la resa plastica (rendere il corpo più "naturale" e reale) è perfezionata
- l'uso del colore a dir poco perfetto, mi fa percepire lo stato d'animo dei personaggi anche dalla loro postura (vedi donna di spalle piegata leggermente verso sinistra, capiamo la sua tristezza)
I personaggi dell'affresco sono tutti molto tristi per la morte di Cristo ma in particolare gli angeli in cielo sono disperati. Questa è una contrapposizione con la tristezza umana, infatti gli angeli si disperano perché sono gli unici a rendersi conto della morte del Signore in quanto più vicini e simili al divino. l'uomo, in quanto tale, non comprende la gravità della cosa perché non alla sua portata.

Impostazione affresco


per attenersi di più al naturalismo vediamo che Giotto, negli affreschi di S. Francesco abbandona lo schema simmetrico, anche se il santo è grossomodo sempre al centro. Qui prende coraggio e infatti Gesù è spostato completamente a sinistra e la direttrice visiva che ci conduce a lui è il bordo della montagna. I centri di forza dell'affresco sono il mantello chiaro vicino al corpo di Cristo e la pelle di Gesù.
Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Potrebbe Interessarti
Correlati Giotto
Registrati via email