Ominide 470 punti

Chiesa di Santa Sofia a Costantinopoli (Istambul)

La chiesa fu costruita in onore di Santa Sofia, che rappresenta la divina Saggezza.
Fu edificata tra il 532 d.C. e il 537 d.C. dagli architetti Antemio di Tralles e Isidoro di Mileto.
Ha una pianta irregolare, ma che si avvicina a quella di un quadrato (71 m x 77 m).
Davanti alla chiesa si sviluppa un vasto nartece (loggia davanti al portale di accesso).
La chiesa è divisa in 3 navate, di cui la centrale è molto più ampia rispetto alle laterali.
L'abside è molto piccola in confronto alle due esedre semicircolari che vi si trovano accanto.

Al di sopra delle due navate laterali, si sviluppa la galleria del matroneo.
La cupola è emisferica ed ha un diametro di circa 31 metri ed è affiancata da due semicupole poste nel senso di lunghezza delle navate laterali.
La cupola è appoggiata su 4 pennacchi e nel 558 subì un crollo; fu poi ricostruita in 5 anni di lavori.
La nuova cupola risulta tuttora più grande della precedente e per ingrandirla, gli architetti, dovettero diminuire la superficie vetrata che si trova alla base della cupola stessa.
Il 24 maggio 1453, il sultano Mehmet II la convertì in moschea.

Hai bisogno di aiuto in Medioevo?
Trova il tuo insegnante su Skuola.net | Ripetizioni
Registrati via email